Ricerca Corsi

Sicurezza

Area Sicurezza

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali in materia di protezione sanitaria del paziente contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connesse alle esposizioni mediche.
A tal fine è stato pubblicato in Italia il D.Lgs. 187/2000. I principali cardini della radioprotezione sono i seguenti:
- giustificazione dell’indagine
- ottimizzazione del punto di vista tecnico
- limitazione delle dosi

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di aggiornare le conoscenze radio protezionistiche dei medici che saltuariamente sono coinvolti nell’impiego di radiazioni ionizzanti, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di tali radiazioni

Programma: 
  • I rischi da radiazione e dosimetria
  • La radioprotezione
  • Le pratiche radiologiche che richiedono speciale attenzione 
  • La gestione del paziente e sua radioprotezione
  • Radiodiagnostica 1:
    • raggi x
    • elementi di tecnica radiologica
    • scelta ed uso di apparecchiature per radiodiagnostica
  • Radiodiagnostica 2:
    • dosimetria e fattori che influenzano le dosi di radiazione
  • Radiodiagnostica 3
    • assicurazione e controllo di qualità
    • qualità dell’immagine in rapporto alla dose
Destinatari: 

Medici che svolgono attività complementari

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

130,00

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali delle radiazioni di soggetti sottoposti a esposizioni radianti per indagini di carattere medico. A tal fine è stato pubblicato in Italia il D.Lgs. 187 del 2000. I principali cardini della radioprotezione sono i seguenti: 
• giustificazione dell’indagine
• ottimizzazione del punto di vista tecnico
• limitazione delle dosi.
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di migliorare le conoscenze radioprotezionistiche dei tecnici sanitari di radiologia medica che sono coinvolti nell’impiego di radiazioni ionizzanti, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di tali radiazioni.
Programma: 
  • Dose al paziente in diagnostica medica
  • Controlli di qualità in computed radiography
  • TC multistrato: tecnologia, dose al paziente e qualità dell’immagine
  • Nuova catena dell’imaging radiologico: RIS, PACS, SIO
  • Pratiche radiologiche che richiedono speciale attenzione
  • Fluoroscopia e fluoroscopia digitale
  • Assicurazione di qualità in radioterapia
  • Radioterapia e radiobiologia
  • Tecniche speciali in radioterapia
  • Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

Tecnici Sanitari di Radiologia Medica (TSRM)

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

130

Il Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08, già modificato dal D.Lgs. 106/09), ha introdotto nuovi e più cogenti obblighi per tutti gli attori della prevenzione: dal datore di lavoro ai lavoratori. In particolare la normativa vigente obbliga il datore di lavoro, i dirigenti e i preposti a formare e informare il personale dipendente in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro anche rispetto ai rischi specifici, individuati ed analizzati nel Documento di Valutazione dei Rischi.

Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro per la formazione sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro (artt. 36, 37, 227, 278 D.Lgs. 81/08).
In particolare il corso è finalizzato a fornire ai lavoratori competenze in merito a:
- dati ottenuti attraverso la valutazione del rischio e ulteriori informazioni ogni qualvolta modifiche importanti sul luogo di lavoro determinino un cambiamento di tali dati
- informazioni sugli agenti chimici pericolosi presenti sul luogo di lavoro, l’identità degli agenti, i rischi per la sicurezza e la salute, i relativi valori limite di esposizione professionale e altre disposizioni normative relative agli agenti 
- formazione e informazioni su precauzioni e azioni adeguate da intraprendere per proteggere se stessi e altri lavoratori sul luogo di lavoro
- accesso a ogni scheda dei dati di sicurezza messa a disposizione dal responsabile dell’immissione sul mercato ai sensi dei D.Lgs. 52/92 e 65/03 e successive modificazioni
- i rischi per la salute dovuti agli agenti biologici utilizzati
- le precauzioni da prendere per evitare l’esposizione
- le misure igieniche da osservare
- la funzione degli indumenti di lavoro e protettivi e dei dispositivi di protezione individuale e il loro corretto impiego
- le procedure da seguire per la manipolazione di agenti biologici del gruppo 4
- il modo di prevenire il verificarsi di infortuni e le misure da adottare per ridurne al minimo le conseguenze
Programma: 
Rischio chimico
• Cosa prevede il D.Lgs. 81/08 nonché vigenti normative internazionali sulle sostanze chimiche
• Principi generali di tossicologia
• Gli agenti chimici e gli effetti sull’uomo
• Inalazione, ingestione, assorbimento cutaneo
• La valutazione e il controllo dei livelli di esposizione
• I combustibili - i comburenti
• La classificazione delle sostanze chimiche: etichettatura e indicazioni di sicurezza
• Le frasi di rischio e i consigli di prudenza
• Le misure di protezione collettiva
• Dispositivi di protezione individuale (DPI): classificazione, tipologie, matrice di assegnazione
• Esempi pratici del corretto utilizzo dei DPI
• Manutenzione, pulizia e controllo dei DPI
• La sorveglianza sanitaria
• Caratteristiche degli ambienti di lavoro e relative condizioni microclimatiche con particolare attenzione altresì ai servizi igienico assistenziali e alle relative precauzioni di pulizia/sanificazione
• Come prevenire l’inquinamento ambientale
• I rifiuti: modalità di raccolta, trattamento, smaltimento
• Piano di emergenza: cosa fare per evitare che si determini un’emergenza
• Direttiva macchine CE: cenni
• Nozioni di primo soccorso: cosa fare e cosa non fare
Rischio biologico
• Classificazione del rischio
• Gli agenti biologici e gli effetti sull’uomo
• Modalità di infezione
• La valutazione e il controllo dei livelli di esposizione
• Misure e cautele di prevenzione in relazione alla classe di rischio
• Le misure di protezione collettiva e igiene
• Modalità di disinfezione in ambienti potenzialmente contaminati
• Dispositivi di protezione individuale (DPI): classificazione, tipologie, matrice di assegnazione 
• Esempi pratici di corretto utilizzo dei DPI
• Manutenzione, pulizia e controllo dei DPI
• Gli atti conseguenti all’infortunio a rilevanza biologica
• La sorveglianza sanitaria
• Caratteristiche degli ambienti di lavoro e relative condizioni microclimatiche con particolare attenzione altresì ai servizi igienico assistenziali e alle relative precauzioni di pulizia/sanificazione 
• La valutazione del rischio di contaminazione biologica degli impianti idrici e di trattamento aria
• Cosa fare, cosa non fare in presenza di infezione o contaminazione in atto
• Le azioni di manutenzione e bonifica
Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

Tutte le professioni esposte al rischio

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Il Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08) ha introdotto l’approfondimento in materia di salute e sicurezza rivolto ai manutentori di strutture, e in particolare quelli delle strutture sanitarie private e pubbliche, che sono sostanzialmente esposti alla maggioranza dei rischi trattati nel decreto stesso.
Obiettivi Formativi: 
L’obiettivo del corso è di fornire una prima informazione di base sui cambiamenti introdotti dal D.Lgs. 81/08 ponendo attenzioni ai nuovi obblighi e successivamente affrontare i rischi ritenuti più rappresentativi nell’attività di un manutentore. Il taglio dell’incontro è estremamente pratico e concreto.
Programma: 
• I principi normativi previsti dalla vigente normativa (D.Lgs. 81/08):
- campo di applicazione e misure generali di tutela
- nuovi obblighi a carico del datore di lavoro
- delega di funzioni del datore di lavoro
- obblighi dei lavoratori
- nuovi e obblighi e ruolo del medico competente, la sorveglianza sanitaria
- i nuovi obblighi formativi
- gestione dei contratti di appalto, qualificazione delle imprese e requisiti
- casi di sospensione dell’attività lavorativa
- regime sanzionatorio
- luoghi di lavoro e attrezzature di lavoro
• Analisi dei rischi:
- incendio
- elettrico
- meccanici
- movimentazione manuale dei carichi
- caduta dall’alto (uso scale, ponti su ruote, ecc)
- chimico
- biologico
- rumore
- vibrazioni a corpo intero e mano braccio
- radiazioni ionizzanti e non
- risonanza magnetica
- radiazioni ottiche (laser)
- microclima
• Interventi manutentivi compresi quelli da parte di ditte appaltatrici
• Uso attrezzature varie
• Uso corretto dei DPI
• Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

Personale della manutenzione

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Il D.Lgs. 81/08 prevede l’obbligatorietà dell’aggiornamento periodico (ogni 3 anni) per gli addetti antincendio e alla gestione delle emergenze.
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di assolvere all’obbligo imposto al datore di lavoro per l’aggiornamento degli addetti antincendio (artt. 37, 46 D.Lgs. 81/08).
Programma: 
• L’incendio e la prevenzione:
- principi della combustione
- prodotti della combustione
- sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio
- effetti dell’incendio sull’uomo
- divieti e delimitazioni di esercizio
- misure comportamentali
• Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio:
- principali misure di protezione antincendio
- evacuazione in caso di incendio
- chiamata dei soccorsi
• Esercitazioni pratiche:
- presa visione del registro della sicurezza antincendio e chiarimenti sugli estintori portatili
- esercitazioni sull’uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti
Destinatari: 

Datori di lavoro
Lavoratori designati dal datore di lavoro alla gestione delle emergenze

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Il Nuovo Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D. Lgs. 81/08) ha confermato, relativamente alla formazione/informazione degli addetti e responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, il processo sancito il 26/01/06 in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e di Bolzano. 

Obiettivi Formativi: 

Aggiornare, in ottemperanza alla normativa vigente, le conoscenze degli RSPP.

Programma: 

I giornata
Analisi di alcuni dei fattori di rischi e condizioni di lavoro:
- ambienti di lavoro;
- macchine ed attrezzature;
- movimentazione manuale dei carichi;
- microclima, illuminazione, ventilazione, rumore, vibrazioni, polveri, ergonomia, postazione di lavoro e postura; - - organizzazione del lavoro;
- il fumo negli ambienti di lavoro;

II giornata
I fattori di rischio e la comunicazione in stato di emergenza

Destinatari: 

RSPP

Durata: 

16 ore (2 giornate da 8 ore ciascuna)

Quota di iscrizione: 

200,00

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) è istituito a livello territoriale o di comparto, aziendale e di sito produttivo. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di un lavoratore eletto dagli altri lavoratori o designato dalle organizzazioni sindacali. L’elezione dei rappresentanti per la sicurezza avviene secondo le modalità di cui al comma 6 dell’art. 47 del D.Lgs. 81/08. Compito degli RLS è collaborare con il datore di lavoro per l’individuazione e la valutazione dei fattori di rischio presenti sul luogo di lavoro.

Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di aggiornare i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza ai sensi dell’art. 37, comma 10 del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni, in materia di salute e sicurezza rispetto ai rischi specifici esistenti negli ambiti in cui ciascuno esercita la propria rappresentanza, al fine di fornire adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.
Programma: 
Il diritto alla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro
I principali soggetti coinvolti e relativi obblighi
Concetti di pericolo, rischio, incidente, malattia professionale, prevenzione e protezione
Definizione dei principali fattori di rischio
Agenti fisici, chimici, biologici, amianto, lavori con rischi specifici
Modelli di organizzazione, gestione e controllo
L’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione
Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Il nuovo Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08, che sostituisce e implementa il D.Lgs. 626/1994) ha confermato aspetti del precedente decreto rispetto alla formazione del personale e ha introdotto nuovi obblighi per datori di lavoro e  lavoratori. In particolare la Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che “con riferimento alla lettera b) del comma 1 e al comma 3 dell’articolo 37 del D. Lgs.

Obiettivi Formativi: 
Il corso permette di:
• Assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro per la formazione sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (artt. 36, 37, D.Lgs. 81/08). In particolare il corso è finalizzato a trasmettere le conoscenze relative ai rischi specifici di esposizione professionale esistenti nel luogo di lavoro e la loro prevenzione.
Programma: 
  • Rischi infortuni + Malattie professionali + Incidenti e infortuni mancati
  • Meccanici generali
  • Elettrici generali
  • Etichettatura + Scheda di sicurezza
  • DPI Oganizzazione del lavoro
  • Ambienti di lavoro
  • Stress lavoro correlato
  • Segnaletica
  • Emergenze (calamità varie, incidenti stradali, esondazioni, terremoto, attentati)
  • Microclima e illuminazione
  • Rischi chimici (amianto?)
  • Campi elettromagnetici compresa risonanza magnetica
  • Procedure di sicurezza
  • Procedure esodo incendi
  • Procedure organizzative PS
Destinatari: 

Tutte le professioni

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Il nuovo Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08, che sostituisce e implementa il D.Lgs. 626/1994) ha confermato aspetti del precedente decreto rispetto alla formazione del personale e ha introdotto nuovi obblighi per datori di lavoro e  lavoratori. In particolare la Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che “con riferimento alla lettera b) del comma 1 e al comma 3 dell’articolo 37 del D. Lgs.

Obiettivi Formativi: 
Il corso permette di:
• Assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro per la formazione sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (artt. 36, 37, D.Lgs. 81/08). In particolare il corso è finalizzato a trasmettere le conoscenze relative ai rischi specifici di esposizione professionale esistenti nel luogo di lavoro e la loro prevenzione.
Programma: 

I giornata

  • Cadute dall'alto
  • Rischi chimici + Nebbie, oli, fumi, vapori, polveri
  • Rischi cancerogeni
  • Rischi biologici
  • Rischi fisici: Rumore, Vibrazione, Microclima e illuminazione
  • Radiazioni
  • VDT
  • MMC e PZ
  • Movimentazione merci
  • Campi elettromagnetici

II giornata

  • Rischi infortuni + Malattie professionali + Incidenti e infortuni mancati
  • Meccanici generali
  • Elettrici generali
  • Etichettatura + Scheda di sicurezza
  • DPI Oganizzazione del lavoro
  • Ambienti di lavoro
  • Stress lavoro correlato
  • Segnaletica
  • Emergenze (calamità varie, incidenti stradali, esondazioni, terremoto, attentati)
  • Microclima e illuminazione
  • Rischi chimici (amianto?)
  • Campi elettromagnetici compresa risonanza magnetica
  • Procedure di sicurezza
  • Procedure esodo incendi
  • Procedure organizzative PS
Destinatari: 

Tutte le professioni

Durata: 

12 ore (1 giornata da 4 ore + 1 giornata da 8 ore)

Quota di iscrizione: 

150,00

Corso di formazione per operatori che eseguono lavori su impianti elettrici fuori tensione, a contatto (< 1000 V) o in prossimità di impianti in tensione (rif. CEI 11-27 e 11-48).
È sempre maggiore la necessità di accrescere la cultura della sicurezza del personale tecnico delle Imprese Installatrici del settore elettrico.
Obiettivi Formativi: 
Scopo del corso è di fornire gli elementi di completamento alla preparazione del personale che svolge lavori elettrici, con particolare riguardo all'acquisizione delle necessarie conoscenze teoriche e delle modalità di organizzazione e conduzione dei lavori, anche con esempi descrittivi di lavori riconducibili a situazioni impiantistiche reali.
Programma: 

I giornata

  • Le protezioni contro il rischio elettrico
• protezioni contro i contatti diretti e indiretti - definizioni
• classificazione dei sistemi elettrici in base alla tensione
• classificazione dei sistemi elettrici in relazione alla messa a terra
• protezione contro i contatti diretti
• protezione contro i contatti indiretti
• interruttori differenziali
• protezione mediante bassissima tensione di sicurezza
• impianto di terra
  • Rischio infortunistico elettrico
• elettrocuzione
• incendio
Impianti elettrici nei cantieri
• fornitura dell'energia elettrica
• quadri di distribuzione
• condutture: cavi e avvolgicavo
• prese e spine
• ponteggi metallici
  • Lavori in condizioni particolari
• lavori in luoghi umidi od entro grandi masse metalliche
• lavori in luoghi con pericolo d’incendio od esplosione
• lavori in quota

II giornata

  • Definizioni
  • Le Distanze regolamentate
  • Lavoro elettrico e rischio elettrico
  • Figure ruoli e responsabilità ai sensi della norma CEI 11-27
  • Principi generali di sicurezza
  • La pianificazione del lavoro
  • Lavoro elettrico fuori tensione
  • Lavori sotto tensione sui sistemi di Categoria O e I
  • Lavoro in prossimità
  • Esercitazione pratica su simulatore
  • Prova finale di apprendimento

Destinatari: 
Il corso si rivolge ai Datori di Lavoro delle Aziende installatrici di impianti elettrici o non installatrici con personale elettrico interno, agli elettricisti e manutentori elettrici, ai Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, ai manutentori e a quanti svolgono un'attività per la quale è necessario eseguire lavori su impianti elettrici, sia fuori tensione sia sotto tensione, con tensione fino 1000 V in c.a. e 1000 V in c.c.
I partecipanti al corso devono già possedere una reale esperienza pratica e almeno una generica formazione di elettrotecnica e di impiantistica elettrica.
Durata: 

12 ore, compresa la prova finale di apprendimento, comprendente una simulazione esemplificativa individuale sull’applicazione delle metodiche di intervento in sicurezza
I giornata: 4 ore (dalle ore 14.00 alle ore 18.00)
II giornata: 8 ore (dalle ore 09.00 alle ore 18.00)

Quota di iscrizione: 

200,00

Condividi contenuti