Ricerca Corsi

Sicurezza

Area Sicurezza

Il nuovo Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08, che sostituisce e implementa il D.Lgs. 626/1994) ha confermato aspetti del precedente decreto rispetto alla formazione del personale e ha introdotto nuovi obblighi per datori di lavoro e lavoratori. In particolare la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che “con riferimento alla lettera a) del comma 1 dell’articolo 37 del D. Lgs.

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di:
Assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro per la formazione sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (artt. 36, 37, D.Lgs. 81/08). In particolare il corso è finalizzato a trasmettere le conoscenze relative ai rischi generali di esposizione professionale esistenti nel luogo di lavoro e la loro prevenzione.

Programma: 
  • Concetto di rischio
  • Concetto di danno
  • Concetto di prevenzione
  • Concetto di protezione
  • L’organizzazione della prevenzione aziendale
  • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali
  • Organi di vigilanza, controllo e assistenza
  • Verifica di apprendimento
Destinatari: 

Tutto il personale dipendente

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

70,00

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) è istituito a livello territoriale o di comparto, aziendale e di sito produttivo. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di un lavoratore eletto dagli altri lavoratori o designato dalle organizzazioni sindacali. L’elezione dei rappresentanti per la sicurezza avviene secondo le modalità di cui al comma 6 dell’art. 47 del D.Lgs. 81/08. Compito degli RLS è collaborare con il datore di lavoro per l’individuazione e la valutazione dei fattori di rischio presenti sul luogo di lavoro.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di formare i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza ai sensi dell’art. 37, comma 10 del D.Lgs. 81/08, in materia di salute e sicurezza rispetto ai rischi specifici esistenti negli ambiti in cui ciascuno esercita la propria rappresentanza, al fine di fornire adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.

Programma: 

I giorno

  • Cenni civilistici e costituzionali in tema di sicurezza sul lavoro; normative in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro
  • Dal D.P.R. 547/55 al D.Lgs. 81/08
  • Principali direttive europee
  • Sistema pubblico della prevenzione
  • Vigilanza e controllo
  • Sistema delle prescrizioni e delle sanzioni
  • Omologazioni e verifiche periodiche
  • Dibattito/esercitazione
  • Principali soggetti previsti dal D.Lgs. 81/08
  • Compiti, obblighi, responsabilità dei principali soggetti
  • Ruolo e funzioni con particolare riferimento alla figura del RLS
  • Informazione, formazione e addestramento dei lavoratori
  • Dibattito/esercitazione

II giorno

  • Classificazione dei rischi in relazione alla normativa, principali aspetti dei seguenti rischi (I parte):
  • Dispositivi di protezione individuali (DPI) scelta e uso
  • Rischio biologico
  • Rischio movimentazione carichi National Institute for Occupational Safety Health (NIOSH) e Movimentazione Manuale dei Pazienti in Ospedale (MAPO) e movimenti ripetuti
  • Dibattito/esercitazione
  • Concetti di pericolo - probabilità /danno - rischio - prevenzione
  • Individuazione delle misure (tecniche, organizzative e procedurali) di prevenzione e protezione
  • Utilizzo del sistema a matrici per la quantificazione del rischio
  • Classificazione dei rischi in relazione alla normativa, principali aspetti dei seguenti rischi (II parte):
  • Rischio da ambienti di lavoro
  • Rischio elettrico
  • Rischio meccanico, macchine e attrezzature, rischio infortunistico
  • Rischio chimico/cancerogeno/amianto
  • Dibattito/esercitazione

III giorno

  • Gestione emergenze elementari
  • Addetti alle emergenze in genere (formazione specifica)
  • Esempio di rischio incendio in un comparto produttivo
  • Segnaletica di sicurezza
  • Piano emergenza incendio
  • Individuazione delle misure di prevenzione e protezione (tecniche organizzative, procedurali)
  • Sistema di gestione
  • Dibattito/esercitazione
  • Classificazione dei rischi in relazione alla normativa, principali aspetti dei seguenti rischi (III parte):
  • Rischio rumore/vibrazioni e campi elettromagnetici
  • Rischio da radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, altri rischi fisici
  • Microclima/illuminazione
  • Dibattito/esercitazione

IV giorno

  • Sorveglianza sanitaria
  • Malattie professionali nel comparto sanità e in altri
  • Gestione giudizi di idoneità - registri degli esposti e loro tenuta
  • Nozioni di primo soccorso: cosa fare e cosa non fare
  • Dibattito/esercitazione
  • Rischio da stress lavoro-correlato
  • Nozioni di tecnica della comunicazione
  • Dibattito/esercitazione
  • Verifica di apprendimento in relazione ai temi riguardanti i rischi specifici
Destinatari: 

Lavoratori eletti in qualità di Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Durata: 

32 ore

Quota di iscrizione: 

500,00 € per il corso intero.
E' possibile partecipare anche a singole giornate del corso valevoli come aggiornamento annuale obbligatorio al costo per giornata di 150,00

Le radiografie in odontoiatria sono uno strumento fondamentale per la diagnosi nonché per la stesura del piano di trattamento e di monitoraggio della terapia e dello stato di una lesione.
Nessuna esposizione alle radiazioni può essere considerata completamente priva di rischi.
L’uso delle radiazioni si accompagna alla responsabilità di assicurare una protezione adeguata.
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di fornire ai medici dentisti e odontoiatri una guida basata sulle seguenti direttive europee:
  • 96/29 del 1996 che fornisce gli standard di sicurezza per la protezione dei lavoratori e della popolazione
  • 97/43 del 1997 specifica della radioprotezione dei pazienti. Quest’ultima direttiva è stata recepita dal nostro legislatore con il Decreto 187/2000
Programma: 
I giorno
  • Fondamenti fisici della radiazione
  • Rischi da radiazione e dosimetria
  • Radioprotezione
  • Normativa di radioprotezione
  • Pratiche radiologiche che richiedono speciale attenzione: valutazione della dose, aspetti dosimetrici, aspetti epidemiologici
II giorno
  • Gestione del paziente e sua radioprotezione
  • Radiodiagnostica
  • Scelte e uso di apparecchiature per radiodiagnostica
  • Responsabilità e competenze nella radioprotezione del paziente
  • Esempio di manuale di qualità in ortodonzia
  • Esempio di check list di controllo
  • Radiologia digitale
  • Test ECM
Destinatari: 
  • Medici dentisti
  • Odontoiatri
Durata: 

16 ore

Quota di iscrizione: 

200,00

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali in materia di protezione sanitaria del paziente contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connesse alle esposizioni mediche.
A tal fine è stato pubblicato in Italia il D.Lgs. 187/2000. I principali cardini della radioprotezione sono i seguenti:
- giustificazione dell’indagine
- ottimizzazione del punto di vista tecnico
- limitazione delle dosi
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di migliorare le conoscenze radio protezionistiche dei medici che saltuariamente sono coinvolti nell’impiego di radiazioni ionizzanti, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di tali radiazioni.
Programma: 
  • Fondamenti fisici di radiazione e dosimetria:
  1. raggi X
  2. proprietà delle radiazioni ionizzanti
  3. dose assorbita, equivalente di dose, dose efficace, loro unità di misura e valutazione
  • Radiodiagnostica:
  1. elementi di tecnica radiologica
  2. fattori che influenzano la dose di radiazioni
  3. scelte ed uso di apparecchiature per radiodiagnostica
  • Pratiche radiologiche che richiedono speciale attenzione:
  1. gravidanza potenziale e gravidanza in atto
  2. neonati e infanzia
  3. ricerca medica e biomedica
  • Radiodiagnostica:
  1. radiologia digitale
  2. imaging vascolare
  3. procedure interventistiche
  4. fluoroscopia e fluoroscopia digitale
  5. consenso informato
  • Controlli di qualità e nuove metodologie:
  1. controlli di qualità su apparecchiature radiogene
  2. TAC multistrato
  • Normativa ed effetti delle radiazioni:
  1. incidenti
  2. dispositivi di protezione individuali
  3. normativa
  • Test ECM
Destinatari: 

Medici che svolgono attività complementari

Durata: 

10 ore

Quota di iscrizione: 

130,00

Il 30 aprile 2008 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto legislativo 81 Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro definito anche in modo errato “Testo Unico della Sicurezza”. L’intento del Decreto è comunque quello di diventare il riferimento in materia e di abrogare progressivamente il D.Lgs. 626/94.
Obiettivi Formativi: 
Il taglio dell’incontro è estremamente pratico e concreto. L’obiettivo è di fornire una prima informazione di base sui cambiamenti introdotti ponendo attenzioni ai nuovi obblighi e successivamente affrontare i rischi ritenuti più rappresentativi nell’attività di un manutentore.
Programma: 
I principi normativi previsti dalla vigente normativa (D.Lgs. 81/2008):
  • Campo di applicazione emisure generali di tutela
  • Nuovi obblighi a carico del datore di lavoro
  • Delega di funzioni del datore di lavoro
  • Obblighi dei lavoratori
  • Nuovi obblighi e ruolo del medico competente, la sorveglianza sanitaria
  • Le modifiche al ruolo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza
  • I nuovi obblighi formativi
  • Gestione dei contratti di appalto, qualificazione delle imprese e requisiti
  • Casi di sospensione dell’attività lavorativa
  • Regime sanzionatorio
  • Luoghi di lavoro e attrezzature di lavoro
  • Analisi dei rischi:
  1. incendio
  2. elettrico
  3. meccanici
  4. movimentazione manuale dei carichi
  5. caduta dall’alto (uso scale, ponti su ruote, ecc)
  6. chimico
  7. biologico
  8. rumore
  9. vibrazioni a corpo intero e mano braccio
  10. radiazioni ionizzanti e non
  11. risonanza magnetica
  12. radiazioni ottiche (laser)
  13. microclima
  • Interventi manutentivi compresi quelli da parte di ditte appaltatrici
  • Uso attrezzature varie
  • Uso corretto dei DPI
  • Questionario di apprendimento
Destinatari: 

Personale della manutenzione

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

120,00

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali in materia di protezione sanitaria del paziente contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connesse alle esposizioni mediche.
A tal fine è stato pubblicato in Italia il D.Lgs. 187/2000. I principali cardini della radioprotezione sono i seguenti:
- giustificazione dell’indagine
- ottimizzazione del punto di vista tecnico
- limitazione delle dosi
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di migliorare le conoscenze radioprotezionistiche dei medici radiologi, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di radiazioni ionizzanti.
Programma: 
  • Incidenti
  • Dispositivi di Protezione Individuali
  • Normativa
  • Controlli di qualità in Radiodiagnostica
  • Livelli Diagnostici di Riferimento
  • Fattori che influenzano la dose di radiazioni
  • Fusione d’immagini per Radioterapia
  • Pratiche radiologiche che richiedono speciale
  • attenzione:
  1. gravidanza potenziale e gravidanza in atto
  2. neonati ed infanzia
  • TAC multistrato: applicazioni cliniche ed ottimizzazione dei protocolli di acquisizione
  • PET/TAC: tecnologia, dose al paziente, qualità di immagine
  • Test ECM
Destinatari: 

Medici radiologi

Durata: 

19 ore per coloro che operano in Regione Lombardia - 19 crediti ECM
8 ore per coloro che operano in Regione Piemonte - 8 crediti ECM

Quota di iscrizione: 

corso svolto in Regione Lombardia 250,00 euro
corso svolto in Regione Piemonte 130,00

La Risonanza Magnetica è una moderna tecnica diagnostica che fornisce immagini bidimensionali e tridimensionali molto dettagliate, sia dal punto di vista anatomico sia funzionale, degli organi del paziente sottoposto a indagine, consentendo di diagnosticare facilmente molte malattie e alterazioni degli organi interni.

Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di fornire a tutti i partecipanti le corrette informazioni, diversificate in relazione alle mansioni da svolgere, per operare all’interno dei siti di Risonanza Magnetica con scrupolo assoluto per la propria ed altrui sicurezza.
Programma: 
  • Apparecchiature RMN
  1. principi tecnici
  2. principali costituenti dell’apparecchiatura
  3. cenni sulle applicazioni cliniche
  4. cenni sui rischi
  • Normativa Vigente
  1. D.Lgs. 81/2008
  2. D.P.R. 542/1994
  3. allegati da 1 a 7 del D.M. 02/08/1991
  4. illustrazione della prossima evoluzione normativa
  5. adempimenti normativi
  6. regolamento di sicurezza di un sito di RMN
  7. luoghi di applicazione
  8. area rischio del sito di RMN
  9. norme generali di sicurezza
  10. norme generali relative alla sicurezza dei pazienti
  11. norme di sicurezza per i volontari, i visitatori, gli addetti alle pulizie e alla manutenzione
  12. norme di sicurezza in situazioni di emergenza
  • Valutazione del rischio e misure per il suo contenimento
  1. sorveglianza sanitaria
  2. scheda notizia per l’accesso alla zona controllata del reparto di RMN
  3. rischi connessi all’uso dei campi magnetici in medicina
  • Test di apprendimento
Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie esposte al rischio

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Note: 
NB: La II edizione del 19/10/2012 di Novarello - Villaggio Azzurro ha una durata di 2 ore, non fornisce crediti ECM ed è indirizzata ad ausiliari, addetti alla manutenzione e alla pulizia della RMN
Il nuovo Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08, che sostituisce e implementa il D.Lgs. 626/1994) ha confermato aspetti del precedente decreto rispetto alla formazione del personale e ha introdotto nuovi obblighi per i datori di lavoro e i lavoratori.
In particolare la normativa vigente obbliga il datore di lavoro a formare e informare il personale dipendente in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di assolvere all’obbligo imposto al datore di lavoro per la formazione sulla
Salute e Sicurezza negli ambienti di lavoro (artt.36, 37, 73, 177 D.Lgs. 81/08).
In particolare il corso è finalizzato a fornire ai lavoratori competenze in relazione a:

  • Misure applicabili al posto di lavoro, in base all’analisi dello stesso di cui all’articolo 174 del D.Lgs. 81/08
  • Modalità di svolgimento dell’attività
  • Protezione degli occhi e della vista
  • Uso appropriato di impianti e apparecchiature elettriche
  • Condizioni di impiego delle attrezzature
  • Situazioni anormali prevedibili
  • Corrette posture
  • Elementi base di comunicazione con l’utente
Programma: 
  • Note interpretative del D.Lgs. 81/08
  • Condizioni di lavoro al videoterminale
  • Ergonomia del posto di lavoro al VDT
  • Illuminotecnica
  • Microclima
  • Rischio elettrico
  • Rischio incendi e piano di emergenza
  • Rischio rumore: la concentrazione
  • Altri rischi
  • Primo soccorso sanitario
  • Fattori psicologici
  • Sorveglianza sanitaria
  • Comunicazione
  • Rapporto con gli utenti e con i colleghi: cosa fare e cosa non fare
  • Compilazione del questionario
Destinatari: 
Tutte le categorie professionali che, nello svolgimento delle loro mansioni, trascorrono almeno 20 ore settimanali al videoterminale.
Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

120,00

Laser (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) è il noto acronimo del processo fisico generato da radiazione elettromagnetica intensa. I rischi connessi all’uso del laser sono sia quelli relativi alle caratteristiche intrinseche del fascio, sia quelli derivanti dalle apparecchiature che permettono di creare e mantenere questo tipo di radiazione.
Obiettivi Formativi: 
Il corso consente di conoscere le misure necessarie a prevenire e conoscere i rischi sanitari dovuti all’esposizione ai laser e possedere le conoscenze necessarie ad interpretare l’efficienza degli impianti.
Programma: 
  • Laser: nozioni fisiche
  • Caratteristiche generali e fisiche dei sistemi laser
  • Normativa: D.Lgs. 81/08
  • Tecnico laser e addetto sicurezza laser: funzioni e compiti
  • Misure di sicurezza
  • Rischi derivanti dal funzionamento dei laser
  • Procedure e mezzi di controllo dei rischi
  • Aspetti sanitari e sorveglianza medica
  • Compilazione del questionario
Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie esposte al rischio

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Il D.Lgs. 81/08 all’art. 37 richiama il datore di lavoro al dovere di informare e formare i propri collaboratori in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro. L’art. 46 del medesimo decreto in particolare tratta il tema  della prevenzione incendi e rimanda al Decreto Ministeriale del 10 Marzo 1998, che richiama il datore di lavoro ad adottare tali misure tra le quali l’informazione e formazione antincendio.
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di assolvere all’obbligo imposto al datore di lavoro per la formazione degli addetti antincendio (artt. 37, 46 D.Lgs. 81/08).
In particolare il corso è finalizzato a trasmettere le conoscenze relative alle procedure e agli interventi per la prevenzione incendi, alla protezione antincendio, alle procedure da adottare in caso di incendio.
Programma: 
I giorno
  • Incendi e prevenzione incendi
  • Principi sulla combustione
  • Principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro
  • Sostanze estinguenti
  • Rischi alle persone e all’ambiente
  • Specifiche misure di prevenzione incendi
  • Importanza del controllo degli ambienti di lavoro
  • Importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio
  • Protezione antincendio
  • Misure di protezione passiva
  • Attrezzature e impianti di estinzione
  • Sistemi di allarme
  • Segnaletica di sicurezza
  • Impianti elettrici di sicurezza
  • Illuminazione di sicurezza
II giorno
  • Procedure da adottare quando si scopre un incendio e in caso di allarme
  • Modalità di evacuazione
  • Modalità di chiamata dei soccorsi
  • Collaborazione con i vigili del fuoco
  • Esemplificazione di una situazione di emergenza
  • Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento
  • Presa visione sulle attrezzature di protezione individuale
  • Esercitazioni pratiche
  • Compilazione del questionario
Destinatari: 
  • Datori di lavoro
  • Lavoratori designati dal datore di lavoro alla gestione delle emergenze
Durata: 

16 ore

Quota di iscrizione: 

350,00

Condividi contenuti