Ricerca Corsi

4

La stomia intestinale è il risultato di un intervento chirurgico con il quale si crea un’apertura per poter mettere in comunicazione l’apparato intestinale con l’esterno che, anziché per via fisiologica, svuota il suo contenuto attraverso un’apertura creata artificialmente sulla parete addominale.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione delle stomie, sui presidi disponibili, sulla educazione del paziente alla gestione della stomia a domicilio
• formare il personale sanitario a effettuare prevenzione delle complicanze

Programma: 

• Cosa sono le stomie
• Sede anatomica, durata e tecnica di confezionamento
utilizzata
• Fase pre-operatoria
• Fase post-operatoria
• Gestione della sacca di raccolta e della cute
• Continuità assistenziale al domicilio
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Secondo il Rapporto OMS del 2012, la demenza, per il suo crescente aumento nella popolazione generale dei paesi “avanzati”, è ormai diventata una priorità mondiale per quanto riguarda la Salute Pubblica.
L’Italia, dal 2014, attraverso il piano nazionale demenze, ha impostato le strategie necessarie per implementare e migliorare gli interventi assistenziali dedicati a questa particolare tipologia di pazienti.

Obiettivi Formativi: 

Nel contesto di questo incontro formativo saranno quindi analizzati i disturbi comportamentali e la loro gestione nell’emergenza assistenziale a essi conseguente. L’adeguatezza della risposta è indice della maturità del sistema.
Gli obiettivi di questo corso saranno:
• apprendere modelli di comunicazione da utilizzare come strumento nell’assistenza a malati affetti da demenza e che diventino uno strumento di integrazione con il caregiver
• stimolare la riflessione sulle varie modalità di comunicazione come approccio per instaurare un rapporto fiduciario e collaborativo nella figura del care giver in qualità di risorsa fondamentale
• porre l’attenzione al dolore, alle difficoltà alimentari e al comportamento nel paziente affetto da demenza

Programma: 

• Cosa è la demenza
• Igiene e sicurezza dell’ambiente domestico e
ospedaliero
• L’alimentazione del paziente demente
• La mobilità del paziente demente
• La gestione del suo dolore e la comunicazione
• Prendersi cura del paziente: il ruolo del “caregiver”
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La risorsa “sangue” è limitata e preziosa. Rappresenta la materia principale della medicina trasfusionale, che si basa essenzialmente sull’infusione del sangue, dei suoi componenti e dei suoi derivati a scopo terapeutico secondo regole di appropriatezza e linee guida ben definite. La donazione e, quindi, il sangue e i suoi componenti sono una risorsa esauribile, deperibile e costosa e nel contempo rappresentano un presidio terapeutico insostituibile per la medicina trasfusionale, non esente da rischi.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di approfondire le conoscenze del personale sanitario sulla corretta gestione del sangue e degli emoderivati e di aggiornare gli operatori sulla responsabilità penale/personale derivante dagli errori effettuati durante le varie fasi del processo di gestione degli emoderivati.

Programma: 

Presentazione linee guida regionali
Gestione interna degli emoderivati (con simulazioni tramite modulistica apposita)
Procedura di identificazione degli anticorpi in TS (sacche omologhe)
La responsabilità trasfusionale
Test di apprendimento

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Immagine: 

Il controllo glicemico nella pratica clinica ambulatoriale di diabetologia viene valutato principalmente sulla base della determinazione della Hb glicata. Gli obiettivi terapeutici sono infatti centrati su questo parametro sulla base di una mole di dati epidemiologici, di studi osservazionali e di studi di intervento che pongono valori soglia di Hb glicata al di sopra o al di sotto dei quali aumenta il rischio di sviluppare le complicanze micro- e macro-vascolari del diabete piuttosto che il rischio di ipoglicemia.

Le attività assistenziali di una unità operativa neurochirurgica, sia essa un reparto, una sala operatoria o una sezione di terapia intensiva, sono molteplici così come le patologie che vi vengono trattate. La frequenza è data dalla discectomia lombare o cervicale, alla somatectomia, dalla stenosi del canale lombare all’instabilità vertebrale lombare che se non trattate correttamente possono portare a complicanze importanti per la postura del paziente.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione del paziente
• neurochirurgico spinale;
• sulle corrette procedure e istruzioni di lavoro sia in fase pre operatoria,
• operatoria e post operatoria
• formare il personale sanitario alla corretta identificazione
• ed eventuale gestione delle complicanze intra e post operatorie

Programma: 

• Descrizione delle patologie e del quadro clinico-neurologico
• Descrizione delle principali patologie del canale vertebrale
• Quadro clinico, diagnostico e terapeutico
• Revisione delle procedure e istruzioni di lavoro infermieristiche
• Gestione del paziente in fase pre-operatoria, operatoria e post-operatoria
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Le attività assistenziali di una unità operativa neurochirurgica, sia essa un reparto, una sala operatoria o una sezione di terapia intensiva, sono molteplici così come le patologie che vi vengono trattate. La frequenza è data dalla discectomia lombare o cervicale, alla somatectomia, dalla stenosi del canale lombare all’instabilità vertebrale lombare che se non trattate correttamente possono portare a complicanze importanti per la postura del paziente.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione del paziente
• neurochirurgico spinale;
• sulle corrette procedure e istruzioni di lavoro sia in fase pre operatoria,
• operatoria e post operatoria
• formare il personale sanitario alla corretta identificazione
• ed eventuale gestione delle complicanze intra e post operatorie

Programma: 

• Descrizione delle patologie e del quadro clinico-neurologico
• Descrizione delle principali patologie del canale vertebrale
• Quadro clinico, diagnostico e terapeutico
• Revisione delle procedure e istruzioni di lavoro infermieristiche
• Gestione del paziente in fase pre-operatoria, operatoria e post-operatoria
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La Laser terapia ad alto dosaggio è un approccio terapeutico di ultimissima generazione con capacità di stimolare reazioni biochimiche sulla membrana cellulare, ottenendo: vasodilatazione, stimolazione metabolica, neurovegetativa e della pressione idrostatica intracapillare, drenaggio linfatico, stimolazione pompa sodio/potassio, stabilizzazione ionica transmembranica, attivazione microcircolo e riequilibrio funzionale.
Gli effetti terapeutici messi in atto dalla laser terapia ad alto dosaggio sono diversi:
• antinfiammatorio
Obiettivi Formativi: 
Scopo del congresso è illustrare le metodiche e gli effetti benefici dell’utilizzo della laser terapia ad alto dosaggio nelle radicoliti, nella terapia antalgica e nella biostimolazione
Programma: 

- La luce
- Analisi fisica della propagazione della luce e dei fenomeni elettro-magnetici che la caratterizzano.
- La luce laser
- Principi e grandezze fisiche che caratterizzano un laser
- Assorbimento dei diversi cromofori biologici
- Tipi di laser (lunghezze d’onda, po-tenze e modalità di emissione).
- Effetti biologici
- Antalgico, antiflogistico, biostimo-lante, antiedemigeno.
- Analisi e comparazione di alcune pubblicazioni scientifiche
- Il laser a tre lunghezze d’onda 3CHRONIC
- Indicazioni terapeutiche
- Presentazione dei protocolli di trattamento
Discussione e verifica apprendimento

Destinatari: 

Medici
Fisioterapisti
Massofisioterapisti
Laureati in scienze motorie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

70,00

Note: 
scarica la locandina dell'evento e la scheda di iscrizione
L’emogasanalisi (EGA) è uno degli esami ematici più frequentemente richiesti nell’emergenza.
Si tratta dell’analisi, effettuata attraverso un particolare apparecchio di laboratorio (l’emogasanalizzatore), di un campione di sangue arterioso o venoso allo scopo di determinare alcuni parametri respiratori e l’equilibrio acido-base.
Alcuni dei valori più importanti forniti da questo esame sono:
- pressione parziale dell’ossigeno (pO2)
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• addestrare alla corretta esecuzione del prelievo
• acquisire le conoscenze teoriche per la lettura e l’interpretazione del tracciato EGA
• comprendere le indicazioni e le tecniche del monitoraggio EGA

Programma: 

• Principi generali: cos’è l’EGA e come effettuarlo
• EGA radiale, brachiale, femorale, eco guidata
• Tecnica corretta
• Complicanze dell’EGA
• Interpretazione e analisi dei casi clinici
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

L’emogasanalisi (EGA) è uno degli esami ematici più frequentemente richiesti nell’emergenza.
Si tratta dell’analisi, effettuata attraverso un particolare apparecchio di laboratorio (l’emogasanalizzatore), di un campione di sangue arterioso o venoso allo scopo di determinare alcuni parametri respiratori e l’equilibrio acido-base.
Alcuni dei valori più importanti forniti da questo esame sono:
- pressione parziale dell’ossigeno (pO2)
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• addestrare alla corretta esecuzione del prelievo
• acquisire le conoscenze teoriche per la lettura e l’interpretazione del tracciato EGA
• comprendere le indicazioni e le tecniche del monitoraggio EGA

Programma: 

• Principi generali: cos’è l’EGA e come effettuarlo
• EGA radiale, brachiale, femorale, eco guidata
• Tecnica corretta
• Complicanze dell’EGA
• Interpretazione e analisi dei casi clinici
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
- formare il personale sanitario affinché sappia identificare le manifestazioni cliniche delle principali complicanze nella fase intra e postoperatoria e i criteri di prevenzione

Programma: 

- Reazioni allergiche e shock anafilattico
- Complicanze cardiovascolari: ipotensione, ipertensione, disturbi del ritmo, arresto cardiocircolatorio
- Reazioni trasfusionali, ab-ingestis, ipotermia, ipertermia maligna, shock emorragico
- Ruolo degli operatori sanitari in sala operatoria
- Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Condividi contenuti