Ricerca Corsi

4

Con la legge n. 219 del 2017 è entrato in vigore in Italia il cosiddetto testamento biologico. Molti sono i casi che hanno scosso e diviso l’opinione pubblica italiana, casi che generano una riflessione sulla precarietà della salute di ognuno e sulla necessità di esercitare il proprio diritto all’autodeterminazione terapeutica sancito nell’art. 32 della Costituzione.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• illustrare la nuova normativa (Legge n. 219 del 2017), entrata in vigore il 31 gennaio 2018, avente ad oggetto “norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”
• fornire ai partecipanti le necessarie conoscenze giuridiche per affrontare con competenza il tema del consenso informato, della autodeterminazione del paziente e delle DAT, disposizioni anticipate di trattamento, con le
quali le persone possono dare indicazioni sui trattamenti sanitari da ricevere o da rifiutare nei casi in cui si trovassero in condizioni di incapacità.

Programma: 

• Il consenso informato nella carta costituzionale e nella nuova legge
• La forma del consenso, la revoca dello stesso e il rifiuto di cure
• Contenuto delle disposizione anticipate e la figura del fiduciario
• Analisi di alcuni modelli di DAT e casi giurisprudenziali
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Comunicare con il paziente è un momento essenziale nella relazione di un rapporto diagnostico- terapeutico efficace, capace di esplorare a più livelli una situazione clinica, di instaurare un rapporto di fiducia e di collaborazione tra medico e paziente, di stimolare energie e risposte positive da parte del paziente.
Nella medicina il piano della relazione medicopaziente svolge un ruolo centrale e l’abilità del medico nel comunicare con il paziente rappresenta un aspetto determinante della sua competenza clinica.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di fornire competenze per:
• comunicare in maniera efficace con pazienti, familiari o caregiver in modo che attraverso un’alleanza terapeutica migliori l’efficacia della cura intraospedaliera e sul territorio

Programma: 

• La comunicazione efficace
• L’alleanza terapeutica
• Differenza tra divulgazione e comunicazione efficace
• Il dr. Google
• La cyber securuty
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri
Perfusionisti
Fisioterapisti
Amministrativi
Medici di Medicina Generale

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Per continuità assistenziale tra ospedale e territorio s’intende l’offerta dei servizi e delle prestazioni in una logica, appunto, di continuità assistenziale che si prenda in carico il paziente dal momento dell’ospedalizzazione, quindi dal momento della gestione dell’evento acuto, sino al trasferimento al domicilio. Già il Piano Sanitario Nazionale 2010-2013 indicava i principali obiettivi che il sistema sanitario deve raggiungere per garantire la continuità assistenziale.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sanitario affinché conosca le strategie e le strutture poste in essere dall’ATS territoriale per offrire continuità assistenziale ai pazienti ospedalizzati
• permettere al personale sanitario di effettuare educazione sanitaria ai pazienti e ai loro familiari

Programma: 

• La continuità assistenziale: criteri generali
• Il ruolo del medico di continuità assistenziale
• La competenza dell’ATS
• I rapporti con il medico di base e le strutture sanitarie
• Le strutture sanitarie presenti sul territorio
• La gestione delle dimissioni protette
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Per continuità assistenziale tra ospedale e territorio s’intende l’offerta dei servizi e delle prestazioni in una logica, appunto, di continuità assistenziale che si prenda in carico il paziente dal momento dell’ospedalizzazione, quindi dal momento della gestione dell’evento acuto, sino al trasferimento al domicilio. Già il Piano Sanitario Nazionale 2010-2013 indicava i principali obiettivi che il sistema sanitario deve raggiungere per garantire la continuità assistenziale.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sanitario affinché conosca le strategie e le strutture poste in essere dall’ATS territoriale per offrire continuità assistenziale ai pazienti ospedalizzati
• permettere al personale sanitario di effettuare educazione sanitaria ai pazienti e ai loro familiari

Programma: 

• La continuità assistenziale: criteri generali
• Il ruolo del medico di continuità assistenziale
• La competenza dell’ATS
• I rapporti con il medico di base e le strutture sanitarie
• Le strutture sanitarie presenti sul territorio
• La gestione delle dimissioni protette
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Sono sempre più frequenti le notizie di atti di violenza perpetrati ai danni di operatori sanitari durante l’esercizio della loro professione. Recentemente è stato istituito un Osservatorio permanente per la garanzia della sicurezza e per la prevenzione degli episodi di violenza ai danni degli operatori sanitari con l’obiettivo, tra l’altro,

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• far conoscere le misure (strutturali e organizzative) che consentono la riduzione del rischio di comportamenti aggressivi e di atti di violenza contro gli operatori sanitari
• far acquisire conoscenze e competenze per valutare, prevenire e gestire tali eventi

Programma: 

• I rischi specifici connessi con l’attività svolta
• I segnali di pericolo o di situazioni che possono condurre a episodi di violenza
• Le metodologie per la prevenzione e la gestione delle situazioni di pericolo:
- tecniche di de-escalation
- protezione del contesto e degli altri utenti/operatori
• Fattori specifici di insorgenza dell’aggressività e della violenza
• Fattori di prevenzione e protezione:
- misure tecnologiche
- misure organizzative
• Simulazioni
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La stomia intestinale è il risultato di un intervento chirurgico con il quale si crea un’apertura perpoter mettere in comunicazione l’apparato intestinale con l’esterno che, anziché per via fisiologica, svuota il suo contenuto attraverso un’apertura creata artificialmente sulla parete addominale.
Una stomia intestinale può essere confezionata in caso di asportazione di parte dell’intestino, a scopo palliativo - in caso di tumore inoperabile -  o a scopo di protezione per escludere la parte

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione delle stomie, sui presidi disponibili, sulla educazione del paziente alla gestione della stomia a domicilio
• formare il personale sanitario a effettuare prevenzione delle complicanze

Programma: 

• Cosa sono le stomie
• Sede anatomica, durata e tecnica di confezionamento utilizzata
• Fase pre-operatoria
• Fase post-operatoria
• Gestione della sacca di raccolta e della cute
• Continuità assistenziale al domicilio
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La risorsa “sangue” è limitata e preziosa. Rappresenta la materia principale della medicina trasfusionale, che si basa essenzialmente sull’infusione del sangue, dei suoi componenti e dei suoi derivati a scopo terapeutico secondo regole di appropriatezza e linee guida ben definite. La donazione e, quindi, il sangue e i suoi componenti sono una risorsa esauribile, deperibile e costosa e nel contempo rappresentano un presidio terapeutico insostituibile per la medicina trasfusionale, non esente da rischi.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di approfondire le conoscenze del personale sanitario sulla corretta gestione del sangue e degli emoderivati e di aggiornare gli operatori sulla responsabilità penale/personale derivante dagli errori effettuati durante le varie fasi del processo di gestione degli emoderivati.

Programma: 
  • Presentazione linee guida regionali
  • Gestione interna degli emoderivati (con simulazioni tramite modulistica apposita)
  • Procedura di identificazione degli anticorpi in TS (sacche omologhe)
  • La responsabilità trasfusionale
  • Test di apprendimento
Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

€ 50,00

Le Infezioni Ospedaliere rappresentano un elemento importante per la definizione della qualità dell’assistenza e continuano a costituire un’importante causa di morbosità, mortalità e costi prevenibili per il Sistema Sanitario. Nonostante la riduzione della durata e del numero di ricoveri e le ampie conoscenze disponibili in materia, in termini sia di fattori di rischio, sia di metodi appropriati di prevenzione, la frequenza delle Infezioni Ospedaliere non è generalmente in declino. A questo si aggiunga la resistenza dei microrganismi agli antibiotici.

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di acquisire le competenze per:
- migliorare le conoscenze, degli operatori, attraverso l’aggiornamento sulle infezioni nosocomiali
- migliorare la prevenzione delle infezioni ospedaliere nella pratica clinica e assistenziale
- illustrare le indicazioni operative apportate dal Decreto DGS Regione Lombardia Np7 del 14/02/2014 sulle principali misure da adottare nella pratica clinica ed assistenziale per il controllo delle infezioni correlate all’assistenza causate da CPE.

Programma: 
  • Definizione di infezioni ospedaliere, comunitarie e correlate all’assistenza
  • Sorgenti fonti e fattori di rischio
  • Sistemi di rilevazione e monitoraggio: la Sorveglianza attraverso il monitoraggio
  • Linee Guida CDC Atlanta
  • Linee Guida OMS (Clean Care is Safer Care)
  • Linee Guida del 14/2/2014: documento di indirizzo per il controllo della diffusione delle infezioni da    Enterobacteriaceae produttrici di carbapenemasi (CPE)
  • Promozione dell’igiene delle mani come principale misura per ridurre le infezioni correlate all’assistenza: acquisizione abilità nelle tecniche per l’igiene e l’antisepsi delle mani
  • Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

e 50,00

Data la sempre maggiore importanza del lavoro di équipe all’interno delle organizzazioni aziendali di tutte le tipologie, è di fondamentale importanza riuscire a impostare un’organizzazione delle attività e delle risorse nel segno dell’efficacia e dell’efficienza e a instaurare con tutta la squadradi lavoro una relazione collaborativa ed efficace. A tal fine è importante che la leadership sia in grado di gestire le relazioni con le risorse umane a lei affidate, anche in caso di personale difficile, motivandole e valorizzandole.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di fornire competenze per:
• applicare alle diverse situazioni modelli di management e leadership adeguati
• sviluppare le proprie capacità relazionali
• gestire i conflitti

Programma: 

Il modello di efficacia della leadership
• L’assegnazione di obiettivi e la delega come leve manageriali: la responsabilizzazione dei collaboratori
• Leadership e comunicazione
• Le capacità relazionali
• Motivare e valorizzare il team: il coach come motore del proprio gruppo
• Il significato di “fare squadra” e il processo di aggregazione per raggiungere gli obiettivi
• Mobilitare le motivazioni delle persone e dei gruppi verso il raggiungimento degli obiettivi
• La condivisione tra valori e obiettivi dell’aziendae delle persone
• Come creare un ambiente di lavoro positivo e stimolante
• Requisiti di una comunicazione efficace
• Le competenze relazionali nell’organizzazione
• Principali situazioni di comunicazione capocollaboratore
• Rabbia nell’azienda di oggi
• Rompiscatole, prepotenti e scocciatori: come gestire i collaboratori difficili
• La gestione dei conflitti e dei comportamenti problematici
• La relazione con i propri colleghi
• Comunicazione e ruoli
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie e non.

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

€ 50,00

Gli interventi sanitari in emergenza/urgenza sono generalmente molto complessi e debbono essere resi in maniera attenta e tempestiva. Il professionista sanitario che opera in area critica deve coniugare efficienza e rispetto delle buone pratiche cliniche al fine di prevenire errori causativi di danno al paziente.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• valorizzare le peculiarità dell’attività sanitarie di urgenza ed emergenza, approfondendo le tipologie di responsabilità alle quali può andare incontro il sanitario
• informare su tutte le metodologie di lavoro utile e perseguire un’efficace gestione del rischio clinico
• fornire una bussola per orientarsi nei meandri dei numerosi contrasti giurisprudenziali

Programma: 

Responsabilità civile e penale del medico e degli altri professionisti sanitari
• Errore in triage e posizione della giurisprudenza
• Omissione d’atti d’ufficio
• Casi giurisprudenziali
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie.

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

€ 50,00

Condividi contenuti