Ricerca Corsi

Catalogo 2017

Nell’ambito della prevenzione delle infezioni correlate alle pratiche assistenziali, la sterilizzazione dei dispositivi
medici è un elemento cardine dei programmi di controllo, tanto che la politica sanitaria deve mirare all’ottimizzazione delle risorse disponibili al fine di garantire il miglioramento continuo della qualità.
Per sterilizzazione si intende qualsiasi processo, fisico o chimico, che porta alla distruzione di tutte le forme di

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di approfondire le seguenti tematiche:
- Conoscenze delle metodologie di sterilizzazione
- Definizione dei percorsi procedurali
- Individuazione dei processi da adottare per il trattamento dei Dispositivi Medici

Programma: 

- Aspetti normativi
- Concetti di Monouso e pluriuso
- Definizioni e terminologie
- Metodi di sterilizzazione (vapore, gas plasma, acido peracetico)
- Dalla decontaminazione alla sterilizzazione
- La tracciabilità dei processi
- Le procedure, i protocolli, le istruzioni operative per il personale addetto alla sterilizzazione dei DM
- La responsabilità, ruoli e compiti del personale che si occupa di sterilizzazione

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Nell’ambito della prevenzione delle infezioni correlate alle pratiche assistenziali, la sterilizzazione dei dispositivi
medici è un elemento cardine dei programmi di controllo, tanto che la politica sanitaria deve mirare all’ottimizzazione delle risorse disponibili al fine di garantire il miglioramento continuo della qualità.
Per sterilizzazione si intende qualsiasi processo, fisico o chimico, che porta alla distruzione di tutte le forme di

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di approfondire le seguenti tematiche:
- Conoscenze delle metodologie di sterilizzazione
- Definizione dei percorsi procedurali
- Individuazione dei processi da adottare per il trattamento dei Dispositivi Medici

Programma: 

- Aspetti normativi
- Concetti di Monouso e pluriuso
- Definizioni e terminologie
- Metodi di sterilizzazione (vapore, gas plasma, acido peracetico)
- Dalla decontaminazione alla sterilizzazione
- La tracciabilità dei processi
- Le procedure, i protocolli, le istruzioni operative per il personale addetto alla sterilizzazione dei DM
- La responsabilità, ruoli e compiti del personale che si occupa di sterilizzazione

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La cardiopatia ischemica rappresenta attualmente la prima causa di morte nei paesi occidentali. La diagnosi precoce, il trattamento farmacologico, endovascolare e cardiochirurgico hanno oggi migliorato la prognosi dei pazienti affetti da questa patologia.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
- formare e aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione e sulle nuove modalità terapeutiche e chirurgiche della cardiopatia ischemica

Programma: 

- Anatomia e fisiopatologia
- Diagnosi, gestione e trattamento del paziente affetto da cardiopatia ischemica
- Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La cardiopatia ischemica rappresenta attualmente la prima causa di morte nei paesi occidentali. La diagnosi precoce, il trattamento farmacologico, endovascolare e cardiochirurgico hanno oggi migliorato la prognosi dei pazienti affetti da questa patologia.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
- formare e aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione e sulle nuove modalità terapeutiche e chirurgiche della cardiopatia ischemica

Programma: 

- Anatomia e fisiopatologia
- Diagnosi, gestione e trattamento del paziente affetto da cardiopatia ischemica
- Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La cardiopatia ischemica rappresenta attualmente la prima causa di morte nei paesi occidentali. La diagnosi precoce, il trattamento farmacologico, endovascolare e cardiochirurgico hanno oggi migliorato la prognosi dei pazienti affetti da questa patologia.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
- formare e aggiornare il personale sanitario sulla corretta gestione e sulle nuove modalità terapeutiche e chirurgiche della cardiopatia ischemica

Programma: 

- Anatomia e fisiopatologia
- Diagnosi, gestione e trattamento del paziente affetto da cardiopatia ischemica
- Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

È dimostrato che la precoce identificazione e il tempestivo inizio del trattamento secondo le raccomandazioni della Surviving Sepsi Campaign si associa a un significativo miglioramento della prognosi dei pazienti con sepsi grave - shock settico, in termini di mortalità e morbilità. È altresì noto che esistono seri ostacoli alla traduzione nella pratica clinica delle suddette raccomandazioni, sia per l’insufficiente grado di diffusione delle conoscenze sia per problemi di tipo organizzativo.

Obiettivi Formativi: 

L’obiettivo del corso è la condivisione del Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale specifico per la precoce identificazione e trattamento delle forme di sepsi grave e shock settico e aggiornamento sulle raccomandazioni SSC.

Programma: 

• Aspetti clinici della sepsi grave - shock settico (epidemiologia, fisiopatologia)
• Raccomandazioni della SSC (resuscitation bundle, treatment bundle)
• Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale
- Identificazione (Sepsis screening tool)
- Diagnosi (biochimica, microbiologica, bioimmagini)
- Trattamento (terapia antibiotica, fludi, vasopressori,early goal directed therapy…)
- Monitoraggio
- Eradicazione focolaio
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Tutti coloro che hanno frequentato il corso di BLS-D da 8 ore hanno la necessità, prevista dalla normativa, di aggiornare ogni 2 anni le proprie competenze in particolare per quel che concerne gli aggiornamenti delle linee guida dell’Italian Council Resuscitation e la corretta esecuzione della pratica.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di aggiornare le nozioni per l’esecuzione di manovre rianimatorie di base con l’ausilio di un DAE.

Programma: 

• Ripasso della teoria sulla rianimazione cardio polmonare e defibrillazione precoce
• Aggiornamento sulle nuove linee guida IRC
• Prove pratiche a due soccorritori sulle sequenze BLS-D su manichino
• Tecniche di RCP nel paziente adulto: posizione laterale di sicurezza
• Sequenze BLS-D valutazione/azione e tecniche per la disostruzione delle vie aeree da corpo estraneo
• Prove pratiche a due soccorritori sulle sequenze BLS-D con defibrillatore semiautomatico su manichino
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

La tubercolosi (TB) rappresenta un rischio riemergente, ed è stato indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come grave problema di sanità pubblica a livello mondiale già dal 1993. In Italia, l’incidenza di TB negli ultimi anni è stata inferiore a 10 casi di malattia/100.000 abitanti, soglia entro la quale un Paese è definito dall’OMS come a bassa incidenza. Tra i soggetti più a rischio di contrarre la tubercolosi figurano anche gli operatori sanitari.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sanitario affinché conosca le recenti procedure ministeriali e quelle a uso interno da adottare al fine di tutelarsi da una eventuale esposizione batterica
• prevenire la trasmissione della malattia tra glioperatori sanitari

Programma: 

• Infezione tubercolare acuta e latente
• Vie di trasmissione
• Diagnosi e terapia
• Misure di prevenzione e controllo della trasmissione della malattia
• Valutazione del rischio
• Sorveglianza sanitaria nell’operatore sanitario
• Test e vaccinazione
• Informazioni sul controllo sanitario/follow up dell’operatore esposto
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

70,00

La tubercolosi (TB) rappresenta un rischio riemergente, ed è stato indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come grave problema di sanità pubblica a livello mondiale già dal 1993. In Italia, l’incidenza di TB negli ultimi anni è stata inferiore a 10 casi di malattia/100.000 abitanti, soglia entro la quale un Paese è definito dall’OMS come a bassa incidenza. Tra i soggetti più a rischio di contrarre la tubercolosi figurano anche gli operatori sanitari.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• formare il personale sanitario affinché conosca le recenti procedure ministeriali e quelle a uso interno da adottare al fine di tutelarsi da una eventuale esposizione batterica
• prevenire la trasmissione della malattia tra glioperatori sanitari

Programma: 

• Infezione tubercolare acuta e latente
• Vie di trasmissione
• Diagnosi e terapia
• Misure di prevenzione e controllo della trasmissione della malattia
• Valutazione del rischio
• Sorveglianza sanitaria nell’operatore sanitario
• Test e vaccinazione
• Informazioni sul controllo sanitario/follow up dell’operatore esposto
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

70,00

Le infezioni ospedaliere rappresentano un elemento importante per la definizione della qualità dell’assistenza e continuano a costituire un’importante causa di morbosità, mortalità e costi prevenibili per il Sistema Sanitario.

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di acquisire le competenze per:
• migliorare le conoscenze, degli operatori, attraverso l’aggiornamento sulle infezioni nosocomiali
• migliorare la prevenzione delle infezioni ospedaliere nella pratica clinica e assistenziale
• illustrare le indicazioni operative apportate dal Decreto DGS Regione Lombardia N°1127 del 14/02/2014 sulle principali misure da adottare nella pratica clinica ed assistenziale per il controllo delle infezioni correlate all’assistenza causate da CPE.

Programma: 

• Definizione di infezioni ospedaliere, comunitarie e correlate all’assistenza
• Sorgenti fonti e fattori di rischio
• Sistemi di rilevazione e monitoraggio: la sorveglianza attraverso il monitoraggio
• Linee Guida CDC Atlanta
• Linee Guida OMS (Clean Care is Safer Care)
• Linee Guida del 14/2/2014: documento di indirizzo per il controllo della diffusione delle infezioni da Enterobacteriaceae produttrici di carbapenemasi (CPE)
• Promozione dell’igiene delle mani come principale misura per ridurre le infezioni correlate all’assistenza: acquisizione abilità nelle tecniche per l’igiene e l’antisepsi delle mani
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Condividi contenuti