Ricerca Corsi

6

Il Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08), aggiornato e ampliato dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011, obbliga il datore di lavoro a formare e informare il personale dipendente in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, rispettando tempi e modi ivi delineati.

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro per la formazione
sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro (artt. 36 e 37, D.Lgs. 81/08). In particolare la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che con riferimento alla lettera b) del comma 1 e al comma 3 dell’articolo 37 del D.Lgs. 81/08, il Modulo Specifico deve essere dedicato alla presentazione dei rischi riferiti alle mansioni, dei possibili danni e delle misure e procedure di prevenzione.

Programma: 

• Sintesi della normativa in materia di salute e sicurezza con approfondimenti giurisprudenziali
• Rischio biologico
• Rischi fisici correlati alla mansione
• Rischio incendio - sintesi del piano di emergenza incendi e di primo soccorso
• Modalità operativa di prevenzione per utilizzo di apparecchi elettromedicali
• Microclima e illuminazione
• Rischio aggressioni: principi per la corretta comunicazione nel rapporto con colleghi e pazienti
• Elevato rischio infortunistico correlato all’assunzione di alcol
• Tutela della gravidanza specifica per il macrosettore
• Rischio chimico (azoto liquido)
• Analisi delle principali cause di infortunio e specifiche misure di prevenzione
• Utilizzo in sicurezza di specifiche attrezzature correlate alla mansione
• Igiene ergonomica durante mmc e mmp
• Stress lavoro correlato
• Corretta applicazione della sanificazione in sicurezza
• Rischio meccanico
• Rischio elettrico
• Elevato rischio infortunistico correlato all’assunzione di alcol con riferimento alla conduzione di automezzi durante il lavoro
• Videoterminali: normativa e applicazioni pratiche compreso il luogo di lavoro
• Tecniche di comunicazione
• Rischio lavoro notturno
• Utilizzo stupefacenti

I contenuti verranno trattati in toto o in parte tenendo conto delle mansioni svolte dai destinatari di ciascuna edizione.

Destinatari: 

Tutti i lavoratori esclusi i dirigenti

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

90,00

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali delle radiazioni di soggetti sottoposti a esposizioni radianti per indagini di carattere medico. Il D.Lgs. 187/2000 esprime i principali cardini della radioprotezione:
• giustificazione dell’indagine
• ottimizzazione del punto di vista tecnico
• limitazione delle dosi.
All’art. 7 del D.Lgs. 187/2000 viene stabilito che il personale coinvolto in pratiche che comportino esposizioni partecipi a corsi di formazione e aggiornamento periodico.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di migliorare le conoscenze radioprotezionistiche del personale che opera in radiologia coinvolto nell’impiego di radiazioni ionizzanti, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di tali radiazioni.

Programma: 

• Richiamo degli elementi fondamentali di radioprotezione del paziente: appropriatezza e giustificazione, ottimizzazione, sistema di responsabilità e consenso informato
• Radioprotezione del paziente nelle procedure interventistiche con particolare riferimento all’ottimizzazione delle procedure finalizzate alla riduzione della dose al paziente
• Radioprotezione del paziente nell'impiego della TC Multistrato
• Radioprotezione del paziente in età pediatrica e della donna gravida
• Ottimizzazione delle immagini finalizzata alla riduzione della dose al paziente
• La dose efficace in radiodiagnostica e gli indicatori dosimetrici
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Operatori sanitari di area radiologica

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

120,00

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali delle radiazioni di soggetti sottoposti a esposizioni radianti per indagini di carattere medico. Il D.Lgs. 187/2000 esprime i principali cardini della radioprotezione:
• giustificazione dell’indagine
• ottimizzazione del punto di vista tecnico
• limitazione delle dosi.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di migliorare le conoscenze radioprotezionistiche del personale che opera in radiologia coinvolto nell’impiego di radiazioni ionizzanti, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di tali radiazioni.

Programma: 

• Richiamo degli elementi fondamentali di radioprotezione del paziente: appropriatezza e giustificazione, ottimizzazione, sistema di responsabilità e consenso informato
• Radioprotezione del paziente nelle procedure interventistiche con particolare riferimento all’ottimizzazione delle procedure finalizzate alla riduzione della dose al paziente
• Radioprotezione del paziente nell'impiego della TC Multistrato
• Radioprotezione del paziente in età pediatrica e della donna gravida
• Ottimizzazione delle immagini finalizzata alla riduzione della dose al paziente
• La dose efficace in radiodiagnostica e gli indicatori dosimetrici
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici radiologi
Tecnici Sanitari Radiologia Medica
operanti in radiodiagnostica

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

€ 120,00 (IVA esente)

Il ruolo degli specialisti di Pronto Soccorso, di Medicina Generale e di Medicina del Territorio nella gestione del paziente prima e dopo l'evento acuto
Immagine: 

Il termine “sindromi aortiche acute” (SAA) descrive un gruppo di patologie a carico dell’aorta, con manifestazioni cliniche e prognosi simili, ed includono la dissezione aortica (AD), l’ematoma intramurale (IMH) e l’ulcera aterosclerotica penetrante (PAU), nonché i traumi aortici.

Il nuovo Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08, che sostituisce e implementa il D.Lgs. 626/1994) ha confermato aspetti del precedente decreto rispetto alla formazione del personale e ha introdotto nuovi obblighi per datori di lavoro e  lavoratori. In particolare la Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che “con riferimento alla lettera b) del comma 1 e al comma 3 dell’articolo 37 del D. Lgs.

Obiettivi Formativi: 

Il corso permette di assolvere all’obbligo di aggiornamento della formazione imposto al datore di lavoro per la formazione sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro (artt. 36 e 37, D.Lgs. 81/08). In particolare la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che con riferimento alla lettera b) del comma 1 e al comma 3 dell’articolo 37 del D.Lgs. 81/08, il Modulo Specifico - aggiornamento deve essere dedicato all'aggiornamento della presentazione dei rischi riferiti alle mansioni, dei possibili danni e delle misure e procedure di prevenzione.

Programma: 

• Sintesi della normativa in materia di salute e
sicurezza con approfondimenti giurisprudenziali
• Rischio biologico
• Rischi fisici correlati alla mansione
• Rischio incendio - sintesi del piano di emergenza
incendi e di primo soccorso
• Modalità operativa di prevenzione per utilizzo
di apparecchi elettromedicali
• Microclima e illuminazione
• Rischio aggressioni: principi per la corretta
comunicazione nel rapporto con colleghi e
pazienti
• Elevato rischio infortunistico correlato all’assunzione
di alcol
• Tutela della gravidanza specifica per il macrosettore
• Rischio chimico (azoto liquido)
• Analisi delle principali cause di infortunio e
specifiche misure di prevenzione
• Utilizzo in sicurezza di specifiche attrezzature
correlate alla mansione
• Igiene ergonomica durante mmc e mmp
• Stress lavoro correlato
• Corretta applicazione della sanificazione in sicurezza
• Rischio meccanico
• Rischio elettrico
• Elevato rischio infortunistico correlato all’assunzione
di alcol con riferimento alla conduzione
di automezzi durante il lavoro
• Videoterminali: normativa e applicazioni pratiche
compreso il luogo di lavoro
• Tecniche di comunicazione
• Rischio lavoro notturno
• Utilizzo stupefacenti
I contenuti verranno trattati in toto o in parte tenendo
conto delle mansioni svolte dai destinatari
di ciascuna edizione.

Destinatari: 

Tutti i lavoratori 

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

90,00 euro

Immagine: 
PROGRAMMA

ORE 8:45 Benvenuto con il Prof. Mario Fabbrocini
I Sessione

SCOMPENSO CARDIACO
MODERATORI: Prof. P. Mastroroberto - Dott. Carosio
ORE 09:00 TAC (Dott. Costa)
ORE 09:20 Diagnosi Strumentale ECO-RM (Dott. Bertucci)
ORE 09:40 Terapia Medica (Dott. Costantino)
ORE 10:00 Resincronizzazione (Dott. Girola)
ORE 10:20 Rimodellamento Ventricolare Chirurgico (Dott. Petrone)
ORE 10:40 Domande
ORE 11:00 COFFE BREAK

Dal 25 maggio 2018 entrerà in vigore il decreto legislativo Europeo 2016/679  che fornisce le nuove disposizioni circa i regolamenti sulla privacy. Per tale motivo, è opportuno formare il personale coinvolto nel trattamento dei dati personali, offrendo loro conoscenze in merito alle nuove responsabilità, nuove procedure e nuovi compiti illustrati dal decreto.

Obiettivi Formativi: 

• Conoscere le finalità ed i principi della nuova normativa
• Comprendere cosa cambia rispetto al Codice della Privacy ex D.Lgs. 196/2003 e cosa resta valido di quanto fatto fino ad ora
• Fornire elementi di conoscenza e di metodo per poter pianificare, da subito, gli interventi necessari per adeguare i processi e i comportamenti alle nuove disposizioni e per conformarsi alla nuova normativa
• Contribuire alla massima diffusione della cultura della privacy ed evitare comportamenti illeciti che possano costituire minacce alla sicurezza nel trattamento dei dati e portare gravi conseguenze sanzionatorie
• Conoscere gli adempimenti richiesti per adeguarsi alle nuove disposizioni e le relative tempistiche

Programma: 

Regolamento Europeo 2016/679: le nuove disposizioni
Le due scadenze temporali: Data di entrata in vigore e Data di efficacia
Normativa privacy applicabile a seguito dell’entrata in vigore del Regolamento
I soggetti coinvolti nel trattamento dei dati : le nuove definizioni, i nuovi compiti e le nuove responsabilità
L’ Obbligo Generale di Documentazione- Accountability
Il Registro dei Trattamenti
Informativa e consenso
La Valutazione di Impatto - Data Protection Impact Assessment/DPIA
Analisi dei rischi
La privacy by Design e by Default
La Violazione dei dati - Data Breach
La comunicazione al Garante: contenuto della comunicazione
Diritto all'oblio
Diritto alla Portabilità dei dati
Il sistema sanzionatorio come cambia
La tipologia delle sanzioni
Il risarcimento del danno
Rafforzamento delle sanzioni pecuniarie
Effetti su immagine e reputazione
Le responsabilità e i soggetti passibili di sanzione
Casistica e giurisprudenza

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie
Tutte le professioni amministrative che operano con il trattamento dei dati personali

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

70

Negli ultimi anni l’emodinamica ha sempre più rafforzato e convalidato procedure interventistiche cardiologiche in supporto a tutti quei pazienti che per qualsivoglia motivo non possono accedere alla chirurgia.
Questo sta cambiando repentinamente la specificità dell’assistenza infermieristica sia in ambito del servizio sia dei reparti di accettazione pre e post procedura.
Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:
• informare e formare tutti gli infermieri che si accostano a questi pazienti, in modo da avere ben chiaro il piano assistenziale

Programma: 

• Anatomia, fisiologia e patologia dei pazienti in emodinamica
• Che cosa è una TAVI
• Che cosa è un CARILLON
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

70,00 (esente IVA)

Il Testo Unico sulla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro (D.Lgs. 81/08), aggiornato e ampliato dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011, obbliga il datore di lavoro a formare e informare il personale dipendente in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, rispettando tempi e modi ivi delineati.
Obiettivi Formativi: 
Il corso permette di assolvere all’obbligo di formazione imposto al datore di lavoro per la formazione sulla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro (artt. 36 e 37, D.Lgs. 81/08). In particolare la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 21 dicembre 2011 sancisce che con riferimento alla lettera b) del comma 1 e al comma 3 dell’articolo 37 del D.Lgs. 81/08, il Modulo Specifico deve essere dedicato alla presentazione dei rischi riferiti alle mansioni, dei possibili danni e delle misure e procedure di prevenzione.
Programma: 
• Sintesi della normativa in materia di salute e sicurezza con approfondimenti giurisprudenziali
• Rischio biologico
• Rischi fisici correlati alla mansione
• Rischio incendio - sintesi del piano di emergenza incendi e di primo soccorso
• Modalità operativa di prevenzione per utilizzo di apparecchi elettromedicali
• Microclima e illuminazione
• Rischio aggressioni: principi per la corretta comunicazione nel rapporto con colleghi e pazienti
• Elevato rischio infortunistico correlato all’assunzione di alcol
• Tutela della gravidanza specifica per il macrosettore
• Rischio chimico (azoto liquido)
• Analisi delle principali cause di infortunio e specifiche misure di prevenzione
• Utilizzo in sicurezza di specifiche attrezzature correlate alla mansione
• Igiene ergonomica durante mmc e mmp
• Stress lavoro correlato
• Corretta applicazione della sanificazione in sicurezza
• Rischio meccanico
• Rischio elettrico
• Elevato rischio infortunistico correlato all’assunzione di alcol con riferimento alla conduzione  di automezzi durante il lavoro
• Videoterminali: normativa e applicazioni pratiche compreso il luogo di lavoro
• Tecniche di comunicazione
• Rischio lavoro notturno
• Utilizzo stupefacenti

I contenuti verranno trattati in toto o in parte tenendo conto delle mansioni svolte dai destinatari di ciascuna edizione.

Destinatari: 

Tutti i lavoratori esclusi i dirigenti

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

90,00 (esente IVA)

Come da D.Lgs. 502/92 l’organizzazione ospedaliera attuale è divenuta dipartimentale. A ogni singolo dipartimento afferiscono più Unità Operative, semplici o complesse, all’interno del quale si eroga assistenza diretta al paziente. Il buon coordinamento della singola Unità Operativa porta all’erogazione di prestazioni sanitarie di elevata qualità.
Obiettivi Formativi: 
Il corso si propone di:
• fornire embrionali competenze organizzative e gestionali specifiche sviluppando le capacità di programmazione e gestione del lavoro e di gestione del personale all’interno di una Unità Operativa
Programma: 
• L’organizzazione delle aziende sanitarie: modelli organizzativi e gestionali
• Management di una azienda sanitaria
• Strumenti e metodi di programmazione del lavoro
• Strumenti e metodi di gestione del lavoro
• Strumenti e metodi di gestione del personale
• Tecniche di comunicazione
• L’esercizio della leadership
• Turnistica
• Test ECM
Destinatari: 

Coordinatori 
Dirigenti

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Condividi contenuti