Ricerca Corsi

Catalogo 2019

Il D.Lgs. 81/08 sollecita la partecipazione attiva dei preposti al fine di garantire la sicurezza sul lavoro, definendo specifici obblighi e responsabilità (art. 19) e conseguenti sanzioni (art. 56). Per meglio identificare tali figure è utile fare riferimento alle definizioni all’art. 2 comma 1 del D.Lgs. 81/08:

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di fornire un quadro generale sulla salute e sicurezza sul lavoro, sulle responsabilità insite nel ruolo e i relativi obblighi di legge, sulla valutazione dei rischi e sulle indicazioni inerenti i rischi specifici dell’attività lavorativa. I partecipanti verranno stimolati a migliorare la conoscenza del proprio ruolo, a  comprenderne i limiti, a riconoscere le implicazioni legislative di cui tenere conto, a sviluppare gli strumenti
cognitivi e operativi per l’assolvimento delle proprie funzioni.

Programma: 

• Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità 
• Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione
• Definizione e individuazione dei fattori di rischio
• Incidenti e infortuni mancati
• Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri
• Valutazione dei rischi dell’azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera
• Individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
• Modalità di esercizio della funzione di controllo dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Preposti per la sicurezza

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

120

Specifiche norme dell’Unione Europea stabiliscono i principi generali delle radiazioni di soggetti sottoposti a esposizioni radianti per indagini di carattere medico. Il D.Lgs. 187/2000 esprime i principali cardini della radioprotezione:
• giustificazione dell’indagine
• ottimizzazione del punto di vista tecnico
• limitazione delle dosi.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di migliorare le conoscenze radioprotezionistiche del personale che opera in radiologia coinvolto nell’impiego di radiazioni ionizzanti, al fine specifico di proteggere adeguatamente le persone sottoposte a prestazioni curative o indagini diagnostiche, individuali e collettive, che implichino l’uso di tali radiazioni.

Programma: 

• Richiamo degli elementi fondamentali di radioprotezione del paziente: appropriatezza e giustificazione, ottimizzazione, sistema di responsabilità e consenso informato
• Radioprotezione del paziente nelle procedure interventistiche con particolare riferimento all’ottimizzazione delle procedure finalizzate alla riduzione della dose al paziente
• Radioprotezione del paziente nell'impiego della TC Multistrato
• Radioprotezione del paziente in età pediatrica e della donna gravida
• Ottimizzazione delle immagini finalizzata alla riduzione della dose al paziente
• La dose efficace in radiodiagnostica e gli indicatori dosimetrici
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Medici radiologi
Tecnici Sanitari Radiologia Medica
operanti in radiodiagnostica

Durata: 

6 ore

Quota di iscrizione: 

€ 120,00 (IVA esente)

La Gestione della Qualità è l’insieme di attività atte a garantire il conseguimento dei risultati aziendali necessari per il mantenimento di una condizione economica produttiva.
Il presente corso si prefigge di preparare i corsisti all’esecuzione di un Audit Interno nel quadro della norma ISO 9001:2015, la quale stabilisce lo standard internazionale per i Sistemi di Gestione per la Qualità.

Obiettivi Formativi: 

Obiettivo del corso è quello di preparare i partecipanti a svolgere Audit di Sistemi di Gestione per la Qualità, in base alle linee guida delle norme ISO 19011:2018, avendo come riferimento la norma UNI EN ISO 9001:2015
• Approfondire principi e requisiti della ISO 9001:2015 in relazione alle attività di audit sui Sistemi di Gestione per la Qualità
• Fornire gli strumenti necessari per la pianificazione e l’esecuzione degli audit interni, in accordo alle norme ISO 19011:2018
• Acquisire le nozioni di base per l’esecuzione degli audit interni ponendo particolare attenzione all’approccio per processi ed al loro miglioramento
• Comprendere il processo di audit e le interazioni con gli altri processi dei S.G.Q.
• Fornire elementi di comportamento e migliorare le tecniche di comunicazione nell’audit;
• Ridefinire il ruolo e l’importanza degli audit e degli auditor interni alla luce dei principi della ISO 9001:2015 e della ISO 19011:2018
• Fornire informazioni sui passi successivi per la qualificazione come auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità, secondo i principali schemi di certificazione nazionali ed internazionali

Programma: 

I giornata

• Presentazione dei candidati e auto-valutazione iniziale
• Il Sistema di Gestione aziendale: Logiche di Sistema
• ISO 19011: terminologia, principi e gestione programmi, requisiti della norma
• ISO 19011 - attività di audit (prima parte)
• Pianificazione, checklist e riunione di apertura (con esercitazione)
• Valutazione risultati esercitazione e discussione sulla giornata

II giornata

• ISO 19011 - attività di audit (seconda parte)
• Altri tipi di audit: audit di terza parte, audit congiunti e audit combinati
• Conduzione di un audit: riunione di apertura, le evidenze oggettive, osservazioni e non conformità, riunione di chiusura, rapporto finale (con esercitazione)
• Le azioni successive: ripetizione di un audit, sorveglianza, controllo delle azioni correttive (con esercitazione)
• Panoramica su certificazione ed accreditamento
• ISO 19011 - Criteri di qualificazione auditor ed elementi di comunicazione
• Gli albi professionali per gli auditor e il Codice di comportamento di un auditor qualificato

III giornata

• I sistemi di Gestione del Rischio: ISO 31000 principi termini e definizioni - La struttura di alto livello (HLS) delle norme ISO. Le norme della serie ISO 9000 (ISO 9000; ISO 9001; ISO 9004)
• Gap Analysis tra SGQ applicati e la nuova ISO 9001:2015. Analisi del Contesto nell’ambito dei SGQ inclusa identificazione delle parti interessate. Loro esigenze ed aspettative.
• Requisiti del sistema di gestione per la qualità: la norma ISO 9001 concetti ed i fondamenti della gestione dei rischi (minacce e opportunità) lungo tutta la catena di fornitura, le tecniche di analisi organizzativa, le valutazioni di efficacia dei processi.
• Gestione del cambiamento, L’efficace valutazione dei processi del SGQ, La gestione delle esclusioni dei requisiti, Il Ruolo delle Risorse e della Direzione; Analisi evoluta della Soddisfazione del cliente: norme collegate. Il ruolo del Sistema Informativo e delle informazioni documentate.
• Esame finale

Destinatari: 

Tutte le professioni.
 
Il Corso è rivolto a personale che riveste ruoli operativi nello sviluppo e mantenimento del Sistema di Gestione per la Qualità all'interno delle Aziende.
 
 
PREREQUISITI
Conoscenza della norma UNI EN ISO 9001:2015.
È consigliabile aver frequentato un corso introduttivo, o di aggiornamento, sulla norma ISO 9001:2015.

Durata: 

24 ore

Quota di iscrizione: 

500,00

Le Infezioni Ospedaliere rappresentano un elemento importante per la definizione della qualità dell'assistenza e continuano a costituire un'importante causa di morbosità, mortalità e costi prevenibili per il Sistema Sanitario.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:

  • migliorare le conoscenze, degli operatori, attraverso l'aggiornamento sulle infezioni nosocomiali
  • migliorare la prevenzione delle infezioni ospedaliere nella pratica infermieristica
  • promuovere la sanificazione ambientale come primo strumento utile per la prevenzione delle ICA.
Programma: 
  • I concetti di rischio infettivo
  • Definizione di infezioni ospedaliere, comunitarie e correlate all'assistenza
  • Sorgenti fonti e fattori di rischio
  • Sistemi di rilevazione e monitoraggio: la Sorveglianza attraverso il monitoraggio
  • Gestione delle epidemie
  • Epidemiologia delle ICA
  • Promozione dell’applicazione delle precauzioni standard e delle precauzioni specifiche: le precauzioni standard, da contatto, aeree e droplets
  • Promozione dell’igiene delle mani come principale misura per ridurre le infezioni correlate  all’assistenza:
  • Linee Guida CDC Atlanta
  • Linee Guida OMS (Clean Care is Safer Care)
  • Acquisizione abilità nelle tecniche per l’igiene e l’antisepsi delle mani
  • Procedura di igiene mani secondo le nuove indicazioni OMS: i 5 momenti fondamentali per l'igiene mani
  • Definizione di pulizia/decontaminazione, detersione, disinfezione
  • Il protocollo di sanificazione ambientale di gruppo: commento
  • Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La difficoltà di deglutizione e il rifiuto della terapia spesso impongono la necessità di somministrare negli anziani farmaci “alterati”: tritati, decapsulati, camuffati nel cibo. Questa pratica non è scevra di rischi, sia in termini di efficacia terapeutica, che di eventi avversi per i pazienti e gli operatori sanitari.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:

  • far conoscere la prevalenza della somministrazione alterata di farmaci per via orale ed enterale 
  • consentire di  valutare l’aderenza delle modalità di somministrazione alle indicazioni delle case farmaceutiche.
Programma: 
  • Prevalenza somministrazione farmaci tritati e camuffati
  • Conformità indicazioni farmaceutiche dei farmaci tritati e camuffati
  • Caratteristiche cliniche dei pazienti
  • Possibili interazioni farmaco farmaco e farmaco‐cibo
  • Strategie di gestione
  • Letteratura e sitografia
Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

La risorsa “sangue” è limitata e preziosa. Rappresenta la materia principale della medicina trasfusionale, che si basa essenzialmente sull’infusione del sangue, dei suoi componenti e dei suoi derivati a scopo terapeutico secondo regole di appropriatezza e linee guida ben definite. La donazione e, quindi, il sangue e i suoi componenti sono una risorsa esauribile, deperibile e costosa e nel contempo rappresentano un presidio terapeutico insostituibile per la medicina trasfusionale, non esente da rischi.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:

  • approfondire le conoscenze del personale sanitario sulla corretta gestione del sangue e degli emoderivati 
  • aggiornare gli operatori sulla responsabilità penale/personale derivante dagli errori effettuati durante le varie fasi del processo di gestione degli emoderivati.
Programma: 
  • Presentazione linee guida regionali
  • Gestione interna degli emoderivati (con simulazioni tramite modulistica apposita)
  • Procedura di identificazione degli anticorpi in TS (sacche omologhe)
  • La responsabilità trasfusionale
  • Discussione e compilazione del qustionario
Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Il D.Lgs. 230/95, all’art. 61 comma e), obbliga il datore di lavoro, i dirigenti e i preposti a formare e informare i dipendenti sulla radioprotezione e sulle misure di sicurezza e prevenzione necessarie a ridurre l’esposizione a radiazioni ionizzanti

Obiettivi Formativi: 

Il corso proposto consente al partecipante, per lo svolgimento della specifica attività lavorativa, di:
- aggiornare le proprie conoscenze e competenze in materia di radioprotezione.

Programma: 

• Radiazioni ionizzanti e grandezze usate in radioprotezione
• Effetti delle radiazioni ionizzanti
• D.Lgs. 230/95 e successive modificazioni e integrazioni
• Principi fondamentali della radioprotezione
• Esempi pratici di applicazione

Destinatari: 

Tutti i lavoratori esposti al rischio

Durata: 

2 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

Con il termine medicazione avanzata si definisce un materiale di copertura che abbia caratteristiche di biocompatibilità: qualità che si identifica nell’interazione del materiale con un tessuto e nell’evoluzione di una risposta specifica.
Alcuni tipi di lesioni della cute necessitano di un’assistenza complessa.
Grazie alle conoscenze scientifiche attuali, le medicazioni avanzate sono in grado di rispondere

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di:

  • formare il personale sanitario circa l'utilizzo delle medicazioni avanzate
  • realizzare una guida al buon uso delle medicazioni avanzate"
Programma: 

• Cosa sono le medicazioni avanzate
• Preparazione del letto della ferita
• Procedura di medicazione
• Medicazioni tradizionali
• Medicazioni avanzate
• Meccanismi d’azione
• Discussione e compilazione questionario

Destinatari: 

Tutte le professioni sanitarie

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00 euro

Negli ultimi anni l’emodinamica ha sempre più rafforzato e convalidato procedure interventistiche cardiologiche in supporto a tutti quei pazienti che per qualsivoglia motivo non possono accedere alla chirurgia.
Questo sta cambiando repentinamente la specificità dell’assistenza infermieristica sia in ambito del servizio sia dei reparti di accettazione pre e post procedura.

Obiettivi Formativi: 
  •  informare e formare tutti gli infermieri che si accostano a questi pazienti, in modo da avere ben chiaro il piano assistenziale
Programma: 
  • Anatomia, fisiologia e patologia dei pazienti in emodinamica
  • Che cosa è un TAVI
  • Che cosa è un CARILLON
  • Discussione e compilazione del questionario
Destinatari: 

Medici
Infermieri

Durata: 

4 ore

Quota di iscrizione: 

50,00

l Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) è istituito a livello territoriale o di comparto, aziendale e di sito produttivo. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di un lavoratore eletto dagli altri lavoratori o designato dalle organizzazioni sindacali. L’elezione dei rappresentanti per la sicurezza avviene secondo le modalità di cui al comma 6 dell’art. 47 del D.Lgs. 81/08. Compito degli RLS è collaborare con il datore di lavoro per l’individuazione e la valutazione dei fattori di rischio presenti sul luogo di lavoro.

Obiettivi Formativi: 

Il corso si propone di aggiornare i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza ai sensi dell’art. 37, comma 10 del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni, in materia di salute e sicurezza rispetto ai rischi specifici esistenti negli ambiti in cui ciascuno esercita la propria rappresentanza, al fine di fornire adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.

Programma: 
  • Il diritto alla salute e sicurezza negli ambienti di lavoro
  • I principali soggetti coinvolti e relativi obblighi
  • Concetti di pericolo, rischio, incidente, malattia professionale, prevenzione e protezione
  • Definizione dei principali fattori di rischio
  • Agenti fisici, chimici, biologici, amianto, lavori con rischi specifici
  • Modelli di organizzazione, gestione e controllo
  • L’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione
  • Discussione e compilazione questionario
Destinatari: 

RLS

Durata: 

8 ore

Quota di iscrizione: 

100,00

Condividi contenuti